C’è chi sostiene che i libri scompariranno per essere sostituiti dal mezzo elettronico ma, per ora, mi affido allo stesso mezzo per la promozione - indirizzata a chi fosse interessato ai rispettivi temi - dei miei ultimi libri, “Eritrea Razionalista” ed “Altre parole nel vuoto”.

Entrambi sono in qualche modo connessi a fatti biografici, il primo per essere cresciuto nella nostra ex colonia, il secondo è un insieme di appunti - non solo di architettura - scritti dall’ottica di un insegnante e progettista napoletano.

Segnalo che “Eritrea Razionalista”, ha le caratteristiche di un’idea-regalo mentre qualcuno ricorderà i racconti di un nonno o di un parente che in gioventù è vissuto in Africa Orientale.

I due libri si possono ordinare con la riduzione del 15% direttamente sul sito dell’editore www.gianninispa.it e saranno consegnati al vostro indirizzo in un paio di giorni.

Cliccando su "dettagli” compaiono le descrizioni dei libri e le immagini delle copertine.

Saluti, Sandro Raffone

ALTRE PAROLE NEL VUOTO

Clicca qui per i dettagli

Salviamo Carditello

di Eugenio Frollo

Dopo la nomina di un custode giudiziario, il tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha fissato per ottobre l’udienza per la vendita all’asta del Real Sito al prezzo base di 25 Ml €. Questo rende concreta l’eventualità che il Sito possa cadere in mani private (e forse poco raccomandabili) ed essere sottratto alla pubblica fruizione. Non solo la perdita di un pezzo delle nostre risorse, ma anche, come ci si augurava, di nuove opportunità di sviluppo. Inoltre, il “caso Carditello” potrebbe innescare un pericoloso ciclo di svendite di Beni Culturali, in un’Italia che già li amministra in maniera pessima. Bel modo di festeggiare l’Unità!

Il problema è anche politico. Sul versante degli impegni assunti dalla Regione tutto è stato fatto (in sostanza, la Regione è contemporaneamente creditrice e debitrice nei confronti del Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno, attraverso la SGA-Banco di Napoli) ma non un euro è stato versato.

Al contrario, nelle ultime ore è forte la mobilitazione delle numerose Associazioni attive sul territorio (tra le quali l’Associazione Onlus Siti Reali, il Meduc, Pianeta Cultura e la Libera Università Vesuviana) le quali hanno scatenato una campagna di sensibilizzazione su Facebook ed aperto una sottoscrizione su www.firmiamo.it/salviamo-carditello .

Naufragati gli impegni politici, l’ultima spiaggia resta l’appello al Presidente della Repubblica, in attuazione dell’art. 9 della Costituzione, che in queste ore le citate Associazioni stanno stilando, ed il coraggioso tentativo di transazione, con molto sacrificio di cassa, che i vertici del Consorzio stanno programmando.

Chi ci legge, se può fare qualcosa lo faccia. Quantomeno, sottoscrivere la petizione sul citato sito, o in qualunque modo si possa strappare la meravigiosa residenza borbonica da questo assurdo e paradossale empasse.